La Russia sembra aumentare le vendite di gas nei mercati europei più stretti

L’Europa occidentale avrà bisogno di maggiore flessibilità nelle forniture di gas naturale nella prossima stagione invernale.

Il mercato europeo è stato caratterizzato da un forte aumento della domanda durante l’ondata di caldo dell’estate, mentre le scorte di gas naturale sono più basse del solito dopo uno degli inverni più freddi dello scorso decennio. Il gas naturale liquefatto (LNG) è più redditizio da inviare ad altre destinazioni (asiatiche). Quindi sarà necessaria una maggiore flessibilità a breve termine, poiché l’emisfero settentrionale si sta preparando per l’inverno.

Questa ulteriore flessibilità nelle forniture di gas naturale verso l’Europa nordoccidentale, in particolare i Paesi Bassi, è probabile che provenga dalla Russia, S & P Global Platts ha detto in un analisi questa settimana. La principale fonte di rifornimenti russi sarà il gasdotto del gigante del gas Gazprom, che detiene oltre un terzo del mercato europeo del gas. Lo stabilimento di Yamal LNG in Russia, che ha iniziato le operazioni lo scorso inverno, potrebbe anche fornire maggiore flessibilità nelle forniture invernali, i commercianti riferiscono a S & P Global Platts.

I volumi dei gasdotti russi attraverso il punto Velké Kapušany sulla frontiera Ucraina-Slovacchia, diretti verso l’ovest occidentale in Europa, sono stati un po ‘depressi durante la scorsa settimana. I commercianti non sono sicuri di quale sia la causa, dicendo a Platts che i flussi russi rimangono una specie di jolly.

Eppure, la fornitura di gasdotti dalla Russia Gazprom sarà probabilmente la principale fonte di flessibilità dell’Europa nord-occidentale quest’inverno, un ruolo che Gazprom sarebbe solo felice di giocare.

“Il GNL è fuori dal campo. L’archiviazione non è eccezionale. Soluzione: il GNL di Yamal e il jolly: i russi “, ha detto a Platts un commerciante di gas europeo. Correlati: Perché il settore petrolifero algerino non è in piena espansione

Dopo aver toccato i loro livelli più alti per una stagione estiva, i prezzi dei futures del gas naturale nell’Europa nord-occidentale hanno continuato a crescere in previsione di un restringimento dell’offerta con l’avvicinarsi dell’inverno.

I prezzi del gas naturale nel Regno Unito sono aumentati il più alto per una stagione estiva, con il mercato europeo del gas naturale il più rialzista degli ultimi anni, poiché la domanda estiva più alta del previsto e un mercato più serrato hanno spinto i prezzi del gas naturale ai livelli osservati per l’ultima volta durante la scorsa crisi invernale.

Il freddo periodo in Europa alla fine di febbraio e agli inizi di marzo ha portato a registrare ritiri nel primo trimestre del 2018 e i livelli di stoccaggio sono scesi al 18% della capacità, ben al di sotto dell’intervallo di cinque anni, ha dichiarato la Commissione europea il Q1 trimestrale rapporto sui mercati europei del gas. Entro la fine della stagione invernale, i livelli delle scorte di gas naturale sono scesi sotto il 10% della capacità in paesi come Belgio, Francia e Paesi Bassi, dove l’alta domanda di gas dal Regno Unito ha contribuito a forti ritiri quest’inverno. Correlato: Platts Survey: la produzione OPEC salta ad un massimo di 10 mesi

All’inizio di questo mese, interruzioni non pianificate in Norvegia deflussi di gas ridotti ad altri paesi e ci si aspetta che continuino a farlo per almeno altre tre settimane, il che, secondo gli operatori, aumenterà ulteriormente i prezzi del gas naturale in Europa. I prezzi del gas all’ingrosso del Regno Unito sono crescente a seguito delle interruzioni norvegesi e un’altra interruzione in Scozia.

Anche i prezzi dei contratti futures negli hub olandesi e britannici stanno aumentando con l’avvicinarsi dell’inverno in un mercato più stretto del solito.

Le forniture russe potrebbero fornire la flessibilità che potrebbe aiutare a bilanciare il mercato e Gazprom sarà felice di accontentarsi.

Gazprom stime che le consegne all’Europa e alla Turchia nel gennaio-agosto 2018 sono aumentate del 5,6 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, ha detto il presidente del Comitato di gestione, Alexey Miller, la scorsa settimana, osservando che “la domanda dell’Europa per il gas di Gazprom è stata notevolmente elevata per tre anni di fila. ”

Gazprom anche lanciato a metà agosto una piattaforma di vendita elettronica (ESP) per le vendite di gas naturale ai consumatori europei, oltre alle forniture con contratti esistenti. L’azienda russa si aspetta che la piattaforma “diventi un mezzo aggiuntivo per ottimizzare le forniture di gas”, ha detto Elena Burmistrova, direttore generale di Gazprom Export.

Mentre l’Europa si sta dirigendo verso un mercato del gas invernale, la Russia potrebbe ulteriormente incrementare le sue vendite di gas e la sua quota di mercato nella sua capacità di fornitore chiave di flessibilità.

Leave a Comment

Skip to toolbar