Lo scambio russo lancia il commercio di petrolio in Crimea

Lo scambio mercantile internazionale di St Petersburg (SPIMEX) ha avviato il commercio di petrolio grezzo con il carico in Crimea, Reuters segnalati Martedì, citando i dati pubblicati da SPIMEX.

Lo scambio mercantile, che ha già avviato il commercio di condensati di gas stabili per il carico in Crimea, non ha rivelato i venditori di petrolio nel commercio per il sollevamento nella penisola.

Chernomorneftegaz, una società che produce petrolio e gas in Crimea, possiede una delle basi per la consegna, secondo i dati di scambio riportati da Reuters.

L’annessione russa della Crimea dall’Ucraina ha portato a molteplici dispute tra i due paesi e alle sanzioni imposte a Mosca per l’annessione del 2014.

All’inizio di questo mese, il Tribunale dell’Unione europea ha confermato le sanzioni imposto a diverse compagnie petrolifere e banche russe dopo l’annessione della Crimea nel 2014 e il coinvolgimento della Russia nella crisi ucraina.

“Il Tribunale dell’Unione europea sostiene le misure restrittive adottate dal Consiglio contro un certo numero di banche russe e compagnie petrolifere e del gas in connessione con la crisi in Ucraina”, ha dichiarato il giudice in una nota.

Inizialmente l’UE ha imposto sanzioni a società e banche energetiche russe, tra cui Rosneft, Gazprom Neft, Sberbank e VTB Bank. Successivamente, l’UE ha rafforzato le misure punitive dopo che la Russia ha offerto supporto militare ai ribelli anti-governativi nell’Ucraina orientale.

Allo stesso tempo, Ucraina e Russia sono bloccate in una disputa sui diritti alle risorse petrolifere e di gas al largo della Crimea, ma la Russia è contestare la giurisdizione della Corte permanente di arbitrato a L’Aia nel procedimento giudiziario. L’Ucraina ha prestato servizio presso la Corte di Arbitrato della Federazione Russa a settembre 2016, riferendosi a una disputa tra i due paesi sui diritti dello stato costiero nel Mar Nero, nel Mar d’Azov e nello Stretto di Kerch. L’Ucraina sostiene di avere il diritto alle risorse in quelle aree, che sono state violate dalla Russia con l’annessione della Crimea.

Leave a Comment