Perry dice alla Russia di smettere di usare l’energia come arma economica

Gli Stati Uniti apprezzano la concorrenza della Russia sui mercati energetici globali, ma la Russia non può più utilizzare l’energia come arma economica, il Segretario per l’energia degli Stati Uniti Rick Perry disse giovedì durante l’incontro con il ministro dell’Energia russo Alexander Novak a Mosca.

All’incontro, “il segretario Perry ha anche espresso il suo disappunto e la sua preoccupazione per i continui tentativi della Russia di infiltrarsi nella rete elettrica americana”, dice una dichiarazione del Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti.

“Il segretario Perry ha chiarito che mentre gli Stati Uniti apprezzano la concorrenza con la Russia nei mercati dell’energia in Europa, Asia e altrove, Mosca non può più usare l’energia come arma economica. Gli Stati Uniti sono ora in grado di offrire a queste nazioni una fonte di approvvigionamento alternativa “, ha affermato il DOE.

Il gigante del gas russo Gazprom, che detiene un terzo del mercato europeo del gas naturale, ha in passato tagliato l’approvvigionamento in Europa attraverso l’Ucraina a causa di controversie sui prezzi e ha impedito ai clienti di rivendere il gas naturale, dominando la maggior parte dei mercati dell’Europa centrale e sud-orientale .

Riferendosi al controverso progetto di gasdotto Nord Stream 2 condotto da Gazprom in Germania, “il presidente Trump ha chiarito che gli Stati Uniti si oppongono fermamente al gasdotto Nordstream 2, che espanderebbe un’arteria a gas a fonte unica in Europa”, ha affermato il DOE. .

“Gli Stati Uniti sostengono il desiderio delle nazioni europee di ridurre al minimo la loro dipendenza dalla Russia come fornitore unico di energia, e sono ansioso di incrementare le esportazioni di GNL nella regione, come annunciato dal presidente Trump e dal presidente dell’UE Juncker a giugno”.

Durante la sua visita a Mosca, quando gli è stato chiesto se gli Stati Uniti potrebbero imporre sanzioni a Nord Stream 2 e se fossero previste ulteriori sanzioni energetiche, il Segretario Perry ha detto ai giornalisti “Sì alla tua prima domanda e sì alla tua seconda”. Tuttavia, le sanzioni non sono dove gli Stati Uniti e la Russia vogliono andare, l’AP ha citato il Segretario Perry come detto.

Novak, da parte sua, ha detto che la Russia è d’accordo sul fatto che “l’energia non può essere uno strumento per esercitare pressione e che i consumatori dovrebbero essere in grado di scegliere i fornitori”.

Leave a Comment