I manifestanti cercano di entrare nel principale giacimento petrolifero iracheno

Più di un centinaio di manifestanti sono stati dispersi dalle forze di polizia usando gas lacrimogeni all’ingresso del giacimento petrolifero di Nahr Bin Omar vicino a Bassora, tra continue rivolte nel paese, The Gulf Today rapporti . I manifestanti chiedono l’accesso all’acqua potabile, un migliore servizio pubblico e la fine della corruzione diffusa, nonché più posti di lavoro e la fine delle interruzioni di corrente che sono diventate più frequenti durante la stagione estiva di picco della domanda.

La scorsa settimana, i manifestanti hanno cercato di entrare con forza nel quartier generale del governo provinciale di Bassora, Reuters segnalati il venerdì ha dato fuoco alle gomme di fronte all’edificio e lanciato bombe di benzina.

Il gruppo disperso a Nahr Bin Omar ha concentrato le sue richieste sull’acqua potabile e su un miglioramento dei servizi pubblici di base. “Non permetteremo al giacimento di funzionare se non si ottiene acqua pulita. Nessun servizio, nessun lavoro e ora niente acqua pulita. Siamo stufi “, ha detto uno degli organizzatori della protesta, come citato da The Gulf Today.

La provincia di Bassora, dove si stanno verificando molte delle proteste, ospita i più grandi giacimenti petroliferi e conti in Iraq più del 95 percento delle entrate statali del paese grazie alle esportazioni di petrolio – un fatto che rende l’area vitale per il secondo più grande produttore di petrolio dell’OPEC. Tuttavia, è anche sottosviluppato come la maggior parte del resto dell’Iraq, Al Jazeera gli appunti in una recente panoramica delle proteste, con blackouts cronici, mancanza di accesso all’acqua potabile e disoccupazione.

I giacimenti petroliferi della provincia sono un bersaglio naturale per i manifestanti, poiché qualsiasi interruzione della produzione colpisce i proventi delle esportazioni. A luglio, quando sono iniziate le proteste, i manifestanti si sono radunati in tre campi nel sud dell’Iraq: Rumaila, West Qurna-1 e West Qurna-2, ma sono stati rapidamente dispersi dalla polizia.