La Germania trascura le energie rinnovabili, fissato a Miss 2020 Climate Goals

Mentre il nuovo governo tedesco è alle prese con le divisioni sulle politiche migratorie nei suoi primi 100 giorni di mandato, la sua inazione per le politiche energetiche e gli obiettivi climatici è facendo arrabbiare aziende di servizi pubblici, società energetiche tradizionali, imprese rinnovabili e ambientalisti, tutti vogliono obiettivi chiari per le azioni climatiche e le riduzioni delle emissioni, per ridurre le incertezze economiche per le aziende di tutti i settori.

All’inizio di questo mese, il governo tedesco ha ammesso che il paese è sulla buona strada manca il suo obiettivo climatico 2020 obiettivi per ridurre le emissioni di gas serra del 40% rispetto al 1990. A causa del boom economico, dell’immigrazione e delle emissioni elevate di carbonio del settore dei trasporti, la Germania è sulla buona strada per ridurre le emissioni rispetto al 1990 del 32%, un punto percentuale di 8 punti percentuali gap a corto dell’obiettivo.

Le aziende di tutti i settori energetici e le organizzazioni ambientaliste hanno criticato il governo tedesco per non aver indicato chiaramente le politiche future, gli incentivi, gli obiettivi rinnovabili e gli obiettivi di riduzione delle emissioni.

La Germania ha recentemente rallentato l’azione per il clima “a livello nazionale e a livello europeo”, ha dichiarato Simone Peter, presidente della Federazione delle energie rinnovabili, a Clean Energy Wire.

Le incertezze sulle politiche energetiche tedesche sono una responsabilità per le aziende che non possono pianificare adeguatamente spese e capacità senza un quadro chiaro delle politiche in materia di energia ed emissioni, secondo Peter.

“Siamo fermi e non possiamo permettercelo”, ha detto a Kapenser, capo dell’associazione di servizi tedeschi BDEW, Clean Energy Wire.

Correlato: OPEC abbrevia il contratto di produzione

Al momento, l’industria energetica tedesca sta compiendo maggiori sforzi per far progredire la transizione energetica rispetto al governo tedesco, ha affermato Kapferer.

“La grande coalizione deve finalmente prendere sul serio l’azione per il clima e portare avanti la discussione”, ha detto il leader del Partito verde Annalena Baerbock al Clean Energy Wire. “La crisi climatica non si fermerà con dichiarazioni di intenti e tenendo seminari”.

L’anno scorso, uso di petrolio e gas in Germania è aumentato, ma anche la quota delle energie rinnovabili nel suo mix energetico. Le energie rinnovabili hanno rappresentato il 13,1% del mix energetico tedesco nel 2017, rispetto al 12,5% del 2016, secondo il gruppo di ricerca tedesco AG Energiebilanzen (AGEB). Il più alto aumento tra le energie rinnovabili è stato registrato dall’energia eolica, il cui consumo è aumentato del 34%.