La guerra commerciale spaventa gli hedge fund per ridurre le scommesse petrolifere a due anni bassi

L’intensificarsi della guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina sta scoraggiando gli hedge fund e altri money manager dall’aprire nuove posizioni nei benchmark WTI e Brent, con scommesse totali che scendono al minimo dal 2016 nella settimana al 31 luglio, secondo i dati di opzioni europee e statunitensi e scambi di futures compilati da Bloomberg .

La posizione lunga netta – la differenza tra scommesse rialziste e ribassiste – nel WTI è scesa dell’1,4% a 386.764 futures e opzioni nella settimana conclusasi il 31 luglio, con longs down e shorts up. Questa era la posizione lunga netta più bassa in sei settimane, secondo i dati della Commissione sul commercio di materie prime a termine degli Stati Uniti (CFTC).

La posizione lunga netta in Brent è aumentata a 372.346 futures e opzioni nella settimana fino al 31 luglio, in quanto le posizioni corte sono scese, secondo i dati ICE Futures Europe compilati da Bloomberg.

I gestori di fondi e gli hedge fund si stanno ritirando dal puntare pesantemente sul petrolio in un mercato volatile mentre la guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti continua ad aumentare e, come emerso dalla scorsa settimana, i cinesi hanno rifiutato di ridimensionare importazioni di greggio dall’Iran. Il principale cliente petrolifero di Pechino, l’Iran, ha rifiutato la richiesta da parte degli Stati Uniti di smettere di importare petrolio greggio dall’Iran, ma secondo quanto riferito è stato concordato di non aumentare le importazioni di greggio iraniano, secondo le fonti che hanno parlato Bloomberg la settimana scorsa.

La guerra commerciale USA-Cina, tuttavia, ha “indotto gli investitori a continuare a tagliare la lunghezza netta, a prendere profitti ea svalutare quella posizione con la sensazione che il rialzo del petrolio sia limitato a meno che non ci sia una riduzione materiale nei barili iraniani”, Tamar Essner, analista di Nasdaq Inc. a New York, ha detto a Bloomberg.

Le scommesse sui fondi hedge in WTI e Brent sono state sottomesse dalla metà di luglio dopo che una pesante liquidazione ha fatto calare i prezzi del petrolio. Dei sei contratti più importanti su futures e opzioni legati al petrolio, solo i contratti di benzina negli Stati Uniti hanno visto un movimento considerevole, accumulando posizioni rialziste, nella settimana al 31 luglio, secondo un analisi di scambi di dati da parte dell’analista di mercato Reuters John Kemp.