La produzione di petrolio negli Stati Uniti è destinata a superare gli ultimi 12 milioni di Bpd

L’aumento della produzione di scisto sta mettendo gli Stati Uniti sulla strada giusta per colpire il marchio di produzione di petrolio di 12 milioni di barili prima di quanto previsto in precedenza, l’Energy Information Administration (EIA) disse nella sua Prospettiva energetica a breve termine di novembre (STEO).

La produzione di petrolio greggio del prossimo anno dovrebbe ora attestarsi a 12,1 milioni di barili al giorno, rispetto a una previsione di 11,8 milioni di barili appena un mese fa nel STEO di ottobre.

La produzione di petrolio greggio negli Stati Uniti ha raggiunto un nuovo record mensile di 11,3 milioni di bpd nell’agosto 2018, superando per la prima volta gli 11 milioni di barili al giorno. La produzione ad agosto è stata di 290.000 bpd superiore alle attese nel STEO di ottobre, ed è stato questo livello più alto che ha innalzato la linea di base delle previsioni di produzione di VIA nel 2019.

Confrontando le previsioni dell’ultimo STEO con le stime di ottobre, la VIA ora vede La produzione di petrolio greggio negli Stati Uniti ha raggiunto il livello di 12 milioni di barili nel secondo trimestre del 2019 piuttosto che nel quarto trimestre.

L’EIA ha alzato le previsioni di produzione del 2018 dell’1,5 percento rispetto allo STEO di ottobre, a 10,9 milioni di bpd, e le previsioni del 2019 del 2,6 percento da 11,76 milioni di bpd a 12,06 milioni di bpd.

Mentre la VIA ha annullato le proiezioni relative alla produzione petrolifera negli Stati Uniti, ha rivisto al ribasso le sue previsioni per i prezzi del petrolio nel 2019. Nelle previsioni di novembre, prevede previsioni Brent Prezzi del greggio di $ 72 al barile nel 2019 in media, che è $ 3 al barile più basso di quanto precedentemente previsto. La VIA vede WTI grezzo i prezzi per media $ 65 / b l’anno prossimo, in calo di $ 5 / b dalla stima precedente.

“Le minori previsioni del prezzo del greggio sono in parte il risultato di una maggiore produzione di petrolio greggio prevista negli Stati Uniti nella seconda metà del 2018 e nel 2019, che dovrebbe contribuire alla crescita dell’inventario petrolifero globale e mettere pressione al ribasso sui prezzi del petrolio “, Ha detto la VIA.

La produzione negli Stati Uniti sarà in crescita nonostante gli attuali limiti di capacità del Permiano, che hanno iniziato a rallentare la crescita e ad aumentare lo sconto per WTI Permiano a Midland rispetto a WTI a Cushing. Tuttavia, la maggioranza dei dirigenti e degli analisti del settore petrolifero ritiene che tali restrizioni siano temporanee e che probabilmente inizieranno ad attenuarsi nella seconda metà dell’anno prossimo. Correlati: Possiamo aspettarci un nuovo ciclo di tagli alla produzione di petrolio l’anno prossimo?

La Banca Mondiale disse alla fine di ottobre, gli aumenti del prezzo del petrolio nel 2019 saranno modesti in quanto i vincoli di produzione degli Stati Uniti si attenueranno. Si prevede che i prezzi del Brent aumentino a $ 74 al barile l’anno prossimo da un progetto di 72 dollari al barile quest’anno, prima di passare a 69 dollari nel 2020, la Banca Mondiale ha dichiarato nel suo Outlook sui mercati delle materie prime di ottobre. I colli di bottiglia del Permiano “rischiano di resistere fino al 2019 fino a quando la nuova capacità del gasdotto sarà in linea verso la fine del prossimo anno, sebbene i progressi su alcuni nuovi oleodotti siano stati più rapidi del previsto”, secondo la Banca Mondiale.

Si prevede che la carenza di pipeline nel Permiano limiti i volumi di esplorazione e produzione (E & P) e indebolisca i prezzi realizzati fino alla fine del prossimo anno, quando la maggior parte dei nuovi gasdotti arrivano online, Moody’s Investors Service ha detto in un rapporto lo scorso mese .

“La capacità del gasdotto di trasportare petrolio e gas naturale verso i mercati al di fuori del Permiano è improbabile che sia sufficiente all’inizio del 2019, dato il forte aumento della produzione nella regione”, ha affermato James Wilkins, Senior Analyst di Moody’s. Correlati: Le navi cisterna di LNG incagliate indicano un grosso problema nei mercati del gas

“I nuovi gasdotti entreranno probabilmente in servizio in vari momenti nella seconda metà del prossimo anno, alleviando il collo di bottiglia, ma fino ad allora i limiti di capacità limiteranno probabilmente l’attività dei produttori”, ha osservato Wilkins.

Jeff Miller, CEO di Halliburton, il principale fornitore di servizi di fracking negli Stati Uniti, ha dichiarato il mese scorso che il ammorbidimento attuale della domanda in Nord America – una combinazione di limiti di capacità di prelievo e esaurimento del budget dei clienti – è una questione temporanea. I vincoli permiani saranno superati entro la fine dell’anno prossimo, ha detto Miller Bloomberg TV all’inizio di questa settimana.

Volontà di produzione di olio Permiano continuare a salire , accanto alla produzione di Eagle Ford e di Bakken, il rapporto sulla produttività di perforazione di EIA mostra un aumento della produzione totale negli Stati Uniti. L’aumento della produzione dagli Stati Uniti, tuttavia, limiterà i prezzi del petrolio l’anno prossimo. Se la crescita della domanda petrolifera mondiale vacilla notevolmente al di sotto delle aspettative attuali mentre l’offerta cresce, i prezzi del petrolio potrebbero scivolare ulteriormente.

Skip to toolbar