Tesla che chiude la capacità solare

Di Irina slava – 22 giugno 2018, 11:00 CDT

Pannelli solari

Tesla sta chiudendo le vendite di pannelli solari e installazioni in nove stati, Reuters rapporti , citando dipendenti attuali ed ex dell’azienda solare e documenti interni.

I documenti descrivono 14 luoghi di installazione di pannelli solari di ciò che era precedentemente SolarCity in nove stati e una sospensione di una partnership commerciale con Home Depot. Questa collaborazione, hanno detto a Reuters dipendenti Tesla, ha portato a metà delle vendite del settore solare.

Questo lascia le operazioni solari di Tesla con 60 punti vendita e installazioni a livello nazionale. L’azienda ha rifiutato di fornire dettagli sulla dimensione della forza lavoro che diventerà ridondante con le chiusure. La scorsa settimana, Tesla ha dichiarato che taglierà il personale totale del 9% in quanto si sforza di ottenere una maggiore efficienza dei costi.

Per quanto riguarda la fine della partnership con Home Depot, la mossa è parte di una strategia per rendere l’attività di SolarCity una parte organica di Tesla, compresa la vendita dei suoi prodotti tramite i negozi Tesla e il sito Web della società. Reuters, tuttavia, ha citato un analista nel dire che il messaggio che il mercato ha ricevuto con le chiusure e la fine del partenariato Home Depot era che Tesla non aveva “nessuna strategia per vendere il solare”. Correlati: I colli di bottiglia del Permiano iniziano a mordere

Tesla acquisita SolarCity per 2,6 miliardi di dollari USA più l’assunzione di altri 3 miliardi di dollari nel debito di SoalrCity nel 2016. Al momento molti hanno messo in dubbio la saggezza di tale acquisizione dato che SolarCity era un masterizzatore di liquidità, ma da allora Tesla ha semplificato le operazioni della compagnia mentre perseguiva il suo piano di crescere in uno sportello unico per soluzioni energetiche, dalle batterie ai tetti solari.

In questo momento, la priorità numero uno di Tesla è quella di rispettare la scadenza per l’innalzamento della velocità di produzione del Modello 3 a 5.000 auto settimanali, che dovrebbe avvenire entro la fine di questo mese. L’azienda sta affrontando crescenti preoccupazioni per gli investitori riguardo al suo approccio al denaro e alle scadenze, quindi è probabile che cercherà davvero di rispettare questa scadenza, qualunque essa sia.

Torna alla homepage